Agenda 21: Abbiategrasso ricomincia

Con la presentazione avvenuta lunedì 7 marzo 2011 , si avvia finalmente anche ad Abbiategrasso Agenda 21, il programma internazionale nato nel 1992 per l’implementazione della sostenibilità ambientale nelle politiche economiche e sociali di governi, regioni e amministrazioni locali.

Il Circolo Legambiente di Abbiategrasso intende partecipare attivamente a tutti i tavoli tematici istituiti dal Comune di Abbiategrasso per costruire sul territorio azioni sostenibili e condivise. Riponiamo infatti molte aspettative in questo percorso partecipato in cui i cittadini potranno indicare le priorità di intervento e le modalità di azione perché gli interventi dell’amministrazione comunale seguano i principi della sostenibilità ambientale. Agenda 21 si fonda infatti sulla partecipazione e il coinvolgimento di tutti i cittadini e gli attori interessati nelle politiche di sviluppo locale. Come dice il documento di Agenda 21 al capitolo 28 “Attraverso la consultazione e la costruzione del consenso, le amministrazioni locali dovrebbero imparare dalla comunità locale e dal settore industriale e acquisire le informazioni necessarie per formulare le migliori strategie. I programmi, le politiche, le leggi e i regolamenti adottati dalle amministrazioni locali per raggiungere gli obiettivi di Agenda 21 dovrebbero essere valutati e modificati sulla base dei programmi di azione locale concertati.”

Riteniamo però fondamentale sottolineare un punto, che tutti i partecipanti ai tavoli tematici condividano il principio che sta alla base di Agenda 21: la sostenibilità ambientale. Ne riportiamo la definizione che riporta la Carta di Aalborg, sottoscritta anche dalla città di Abbiategrasso:

 

“Sostenibilità a livello ambientale significa conservare il capitale naturale. Ne consegue che il tasso di consumo delle risorse materiali rinnovabili, di quelle idriche e di quelle energetiche non deve eccedere il tasso di ricostituzione rispettivamente assicurato dai sistemi naturali e che il tasso di consumo delle risorse non rinnovabili non superi il tasso di sostituzione delle risorse rinnovabili sostenibili. Sostenibilità dal punto di vista ambientale significa anche che il tasso di emissione degli inquinanti non deve superare la capacità dell’atmosfera, dell’acqua e del suolo di assorbire e trasformare tali sostanze.”

Ciò significa che la  capacità dei nostri ecosistemi di fornire beni e servizi, come ad esempio acque pulite e alimenti sani, è una capacità limitata così come quella di assorbire le emissioni inquinanti; questa capacità deve essere conservata e recuperata quando è già stata compromessa, per questo bisogna investire nella conservazione del capitale naturale, un bene che contraddistingue le nostre zone.” Anche l’economia urbana dovrà seguire questi principi, così come i modelli di urbanizzazione e di mobilità.

Con l’adesione volontaria ad Agenda 21 l’amministrazione di Abbiategrasso e i suoi cittadini avranno una grande responsabilità nel rispettare gli obiettivi di sostenibilità che emergeranno dai tavoli. E poiché il processo di confronto sarà sicuramente molto impegnativo e complesso, auspichiamo che si apra un vero canale di ascolto che non si esaurisca in pochi mesi.
Se saranno garantite queste premesse, il Circolo confermerà la sua disponibilità a collaborare in maniera costruttiva e continuata, recependo le indicazioni che arriveranno dai propri soci, dai simpatizzanti e dai cittadini.

Per comprendere al meglio le potenzialità di Agenda 21, vai alla pagina dedicata ad [ Agenda 21 ]

Ma che cos’è Agenda 21? Si tratta del programma internazionale delle Nazioni Unite nato nel 1992 durante l’Earth Summit di Rio de Janeiro per tradurre in azioni concrete il concetto di sviluppo sostenibile. Questo programma è stato sottoscritto dagli Stati membri con l’impegno di applicare a livello locale i principi contenuti nell’Agenda per il Terzo Millennio, il Ventunesimo secolo (da qui il nome Agenda 21).  A distanza di quasi vent’anni i principi ispiratori rimangono ancora validi e, grazie a numerosi programmi attuati in tutto il mondo, il concetto di sviluppo sostenibile è stato declinato in quello di “sostenibilità ambientale” che mette in cima a tutto il rispetto della capacità di carico della natura.

Share

Potrebbero interessarti anche...