Approvate le 4 torri Sogef di via Paolo VI. Tutte respinte le osservazioni dei cittadini

Sulla sinistra le 4 torri Sogef in progetto e sulla destra il complesso monumentale dell'Annunciata

Il 16 maggio 2012 la Giunta del sindaco uscente Albetti, approfittando della distrazione generale dovuta all’imminente ballottaggio per le elezioni comunali, ha approvato definitivamente il piano attuativo delle quattro torri Sogef in via Paolo VI.

Nel bel mezzo dei due turni elettorali, la Giunta comunale, oltre a elargire oltre 40 mila euro alle associazioni locali, pensava bene di condannare alla cementificazione un’altra area vergine della città, già ipotecata nel proprio devastante Pgt.

L’amministrazione ha pure ritenuto di non rendere pubblico il parere della Commissione paesaggio, cosa che facciamo in anteprima su questo sito, visto  che suggeriva di “limitare l’altezza degli edifici eliminando piani abitativi fuori terra”, confermando di fatto l’impatto visivo e paesaggistico di questo progetto, che prevede quattro palazzoni alti otto piani (uno in più di quanto previsto dal Documento di piano del Pgt).

abbiategrasso sogef via paolo vi parere commissione paesaggio fronte(.pdf 1,7 MB)

La nostra associazione sta valutando tutte le azioni per impedire che questo progetto si realizzi, come abbiamo già scritto sui giornali e su questo sito, comprese quelle legali. A livello istituzionale abbiamo già presentato le nostre richieste di sospensione per vizi formali e sostanziali della delibera, insieme a numerose osservazioni di carattere tecnico, tutte per lo più respinte come è avvenuto per quelle presentate da Italia Nostra e da una settantina di altri cittadini:

DGC n 103 del 16 maggio 2012 approvazione PA Sogef (pdf, 500 KB)

Il nuovo assessore Brusati, durante il consiglio comunale del 2 luglio, ha definito questo piano di lottizzazione un “disastro perché è consumo di suolo vergine”.  Ora contiamo che le sue parole si tramutino in fatti, consci che la situazione ereditata sia molto complessa ma consapevoli che anche su questo punto si misurerà la capacità di governare della nuova giunta, in attesa che metta mano al Pgt per bloccare nuove colate di cemento, come promesso in campagna elettorale.

Share

Potrebbero interessarti anche...