Concorso Video e Foto – L’estetica del Cemento. Come i nuovi mostri cambiano il paesaggio e le nostre vite

 I “Comitati No Tangenziale del Parco del Ticino e Parco Agricolo Sud Milano” – in collaborazione con il circolo Legambiente “Terre di Parchi” e con il patrocinio del Parco del Ticino, dei Comuni di Albairate, Bareggio, Casarile, Cassinetta di Lugagnano, Gaggiano e Rosate – organizzano il concorso fotografico e video

L’estetica del cemento
Come i nuovi mostri cambiano il paesaggio e le nostre vite

Questo concorso fotografico e video intende mantenere alta l’attenzione sul pericolo e sensibilizzare ulteriormente i cittadini e gli amministratori sul danno irreversibile che certe scelte scellerate producono sul paesaggio e alle vite delle persone che lo vivono tutti i giorni. Chiediamo ai partecipanti, da tutta Italia, attraverso la fotografia o un video di massimo un minuto, di raccontarci cemento, asfalto, progetti e infrastrutture. Quali i risvolti sul paesaggio, sull’economia, sulle persone?

Sono alcuni decenni che il sud-ovest di Milano è minacciato da un progetto di collegamento stradale che, a parere dei Comitati, di molte associazioni locali e nazionali, di diversi Comuni compresi dalla tratta e di circa 14.000 cittadini che hanno firmato una petizione contro l’infrastruttura, modificherebbe per sempre un territorio caratterizzato da un’elevata biodiversità (non a caso è racchiuso tra due parchi, il Parco Naturale del Ticino e il Parco Agricolo Sud) e da un contesto sociale, artistico e paesaggistico che ha pochi uguali in Lombardia.
Queste specificità sono oggi la risorsa principale per un nuovo modello di sviluppo post industriale che fa della sostenibilità uno dei princìpi indispensabili. Un vero e proprio distretto agrituristico che ha permesso a numerose aziende, vecchie e nuove, di costruire un’alternativa credibile per lo sviluppo economico del territorio, ai Comuni di rendersi attrattivi, ai cittadini e alle loro famiglie di aumentare la qualità delle loro vite, pur vivendo a pochi passi da Milano. Tutto questo, se il progetto di strada arriverà a realizzazione, produrrà un colpo gravissimo.
Purtroppo l’intera penisola italiana è piena di esempi negativi di devastazione ambientale, d’infrastrutture stradali inutili, di enormi centri commerciali, di capannoni ed edifici industriali abbandonati, mentre si continua a costruire su terreni agricoli.

Termine: 31 marzo 2017

Regolamento e iscrizioni sul sito: No Tangenziale Abbiategrasso

Locandina in pdf: notang-concorso-a3

 

Share

Potrebbero interessarti anche...