Dieci domande per il futuro presidente del Parco del Ticino

Il circolo Legambiente “Terre di Parchi” con sede ad Abbiategrasso, rivolge dieci domande ai candidati al nuovo Consiglio di Gestione del Parco del Ticino e in particolare al futuro Presidente, nella speranza di ampliare il dibattito innescato dal rinvio delle elezioni e per cercare di capire il futuro del più importante parco regionale lombardo.

I candidati sono:  Luigi Duse, Fabrizio Fracassi, Flavio Crea, Gian Pietro Beltrami, Giovanni Stornaiuolo. [consulta i CV sul sito del Parco del Ticino] 

Si tratta di domande di varia natura, dalle questioni generali a quelle specifiche del Parco del Ticino, che la popolazione ritiene urgenti in questo momento di incertezza sul tema dello sviluppo del territorio locale e della protezione ambientale. 

Tali domande sono state rese note anche alla stampa locale e attendono al più presto una risposta.
 
Auspichiamo che vengano prese con quella serietà ed impegno che sono richiesti dal ruolo di Consigliere e di Presidente di un Ente pubblico territoriale di tale valore. 

Ora attendiamo pertanto le risposte entro la prossima settimana – possibilmente entro martedì 7 febbraio in tempo per la pubblicazione sui giornali. 
 
Dieci domande per il futuro presidente del Parco del Ticino:
 
1.      Posto che l’ambiente ed il territorio siano una posta in gioco, se è d’accordo con questa affermazione, quale potrebbe essere il ruolo del Parco Ticino a tal proposito?

2.      Questo Parco è nato per volontà popolare e ha rappresentato un modello istituzionale e scientifico nel campo della protezione ambientale a livello europeo: cosa farà per rilanciarne queste qualità che negli ultimi anni sono andate perdute?

3.      Per essere efficace ed efficiente, un Parco ha bisogno della collaborazione dei suoi abitanti perchè ne capiscano la funzione e il significato: come pensa di migliorare questo rapporto?

4.      Nel prossimo futuro il Parco del Ticino avrà un ruolo chiave in progetti ad alto impatto ambientale, come la terza pista di Malpensa, il prolungamento della Malpensa-Boffalora e altre grandi trasformazioni territoriali: quale posizione prenderà rispetto a tali
opere?

5.      Diversi Comuni del pavese chiedono di diminuire i confini del Parco: in qualità di Presidente, cosa ne pensa e come affronterà la questione?

6.      Quali sono le sue proposte per semplificare le attività amministrative e di controllo svolte dal Parco?

7.      Il Parco del Ticino è uno dei pochi ad avere un proprio corpo di vigilanza, che negli anni ha contribuito efficacemente a contrastare l’illegalità: pensa di potenziare questa peculiarità del Parco?

8.      E’ noto che tutti i Parchi avranno un taglio drastico dei finanziamenti regionali e anche il Parco del Ticino ne risentirà pesantemente: pensa di trovare nuove risorse per il bilancio e come crede di salvaguardare il personale?

9.      La nuova comunità del Parco include anche una rappresentanza degli ambientalisti: quale contributo si aspetta e quale ruolo pensa di attribuire loro?

10.     Le riforme delle leggi sulle aree naturali protette sono un tema di estrema d’attualità anche nazionale: le ritiene necessarie e cosa cambierebbe nell’attuale assetto legislativo?

Sono arrivate le risposte del candidato: Data:
Luigi Duse 1.02.2012
Simone Pintori (candidato consigliere) 14.02.2012
Share

Potrebbero interessarti anche...