Il progetto di supertrada è quello vecchio, e non cambia. Ancora una volta diciamo NO a un’opera inutile, dannosa e sprecona di danari pubblici

Finalmente la verità viene a galla: il progetto di superstrada è quello vecchio del 2009 senza la tratta Albairate-Milano perché i soldi non bastano.

Superstrada Malpensa prolungamento progetto Anas 2009 C_5_1-A3ritQuesto in estrema sintesi l’esito dell’incontro del 3 luglio presso gli uffici tecnici del settore Viabilità e Traffico di Regione Lombardia sullo stato di fatto del progetto ANAS relativo alla superstrada che coinvolge il territorio dell’abbiatense/magentino, e che ha avuto come interlocutori l’ing. Aldo Colombo di Regione Lombardia, i rappresentanti dei Comitati No Tangenziale, i sindaci e gli amministratori di Albairate, Cassinetta di Lugagnano, Ozzero, Robecco sul Naviglio e Cusago. Resconto pubblicato sul sito del Comitato No Tang [leggi].

Rimangono quindi le tratte peggiori e più inutili Magenta-Albairate – compreso il famoso cappio su Albairate – e la tangenziale di Abbiategrasso. Verranno squarciate le campagne di Robecco, Cassinetta, Albairate, Abbiategrasso, scavalcati tutti i Navigli con manufatti a più livelli.

Il tutto con un progetto vecchio, basato su dati di traffico contestati da anni e mai oggetto di verifica, e pericolosissimo perché costituisce il preludio della Tangenziale Ovest Esterna (così come è successo per quella Est Esterna oggi in cantiere).

E il periodo di crisi economica e di ritorno delle tangenti autorizza a pensare al peggio: nessuna certezza di completa realizzazione e di accoglimento delle mitigazioni/compensazioni, nessuna qualità del progetto e dei materiali, nessuna garanzia di tempi brevi e certi.

E’ bene ora che tutti i cittadini sappiano queste cose e si facciano sentire per bloccare quest’opera inutile e costosa. Noi promettiamo una battaglia ancora più serrata in tutte le sedi.

Share

Potrebbero interessarti anche...