Ordinanza di stop ai lavori e ripristino dell’Area Umida: Evviva!!!

  • Ordinanza Sindaco n 35 del 19.06.2013 p01

TUTTE LE FORME VIVENTI DELL’AREA UMIDA (e dintorni) RINGRAZIANO!

Ordinanza Sindaco n 35 del 19.06.2013 p01Ordinanza Sindaco n. 35 del 19 giugno 2013 Area Umida (.PDF) a tutela dell’habitat faunistico  e vegetale  che si è prodotto nell’area umida in prossimità di via Paolo VI, Abbiategrasso.

IL SINDACO

PREMESSO che su un’area in prossimità di via Papa Paolo VI si è generato, a seguito di un particolare regime delle acque, un peculiare sistema ecologico di biodiversità (habitat) nel quale risulta assai probabile si siano insediate specie rare, sia animali che vegetali, protette;

POSTO che la proprietà dell’area ESSEDUE Srl con sede in via Verdi, 12 BERGAMO 24121 ha di recente mutato il regime delle acque al fine di prosciugare l’area summenzionata, ora allagata;

CONSIDERATO che ove dette attività dovessero proseguire si determinerebbe un danno irreversibile all’ecosistema summenzionato e quindi alle specie tutelate;

CONSIDERATO che la sussistenza di questo ecosistema ha suscitato nelle associazioni ambientaliste locali una particolare attenzione che sollecita un tempestivo intervento per la sua preservazione e conservazione;

RITENUTO, pertanto, necessario ed urgente provvedere a quanto segue:

  1. Interrompere ogni attività che possa alterare il regime delle acque che ha prodotto la sopradescritta area umida e quindi danneggiare il particolare biosistema in esso presente ovvero le specie tutelate;
  2. ripristinare le condizioni precedenti agli interventi ovvero mantenere l’area allagata e quindi con le condizioni necessarie per la conservazione della sua valenza naturalistica;

Ritenuti sussistenti i preupposti di cui all’art. 54, c. 2 e 4 del D.Lgs. 267/2000;

(…)

ORDINA

con effetto immediato, alla Proprietà dell’area ESSEDUE (…)

  1. interrompere ogni attività che possa alterare il particolare regime delle acque che ha prodotto la sopradescritta area umida e quindi danneggiare il biosistema in esso presente ovvero le specie tutelate;
  2. ripristinare le condizioni precedenti agli interventi realizzati ovvero mantenere l’area allagata ovvero le condizioni necessario per la conservazione della sua valenza naturalistica e ambientale;
  3. di informare il Settore Servizi Tecnici e Ambiente dell’adempimento della presente ordinanza e di tutti gli interventi posti in essere.

(…)

 

Share

Potrebbero interessarti anche...